ANALISI DI ASSOCASEARI: IL MERCATO LATTIERO-CASEARIO SETTIMANA 14 – 20 SETTEMBRE 2019

By 20 settembre 2019Dairy, lattierocaseari, Mercato

IL MERCATO LATTIERO-CASEARIO DI QUESTA SETTIMANA

Mercati sempre in movimento.

– La crema estera che settimana scorsa era stata trattata fino a 2,06 €/kg, questa settimana invece è stata trattata a 1,96/kg. e addirittura meno in certi casi. Anche il latte crudo ha avuto un ulteriore calo da  € 0,48/litro  richiesto 2 settimane fa e settimana scorsa era a € 0,46 questa settimana è sceso a € 0,44/0,43. Anche il latte scremato è leggermente diminuito e dai 0,305 €/kg di due settimane fa è oggi a 0,29/0,28.

Probabilmente il calo della panna è sia  dovuto alla fine dell’ effetto rientro sia ad un leggero aumento della raccolta grazie alle più favorevoli condizioni climatiche.

È inoltre assai verosimile ritenere che l’ aumento e il calo così considerevoli e in breve tempo delle quotazioni siano in parte dovute anche a speculazioni e non solo a domanda e offerta.

Sul mercato nazionale invece la domanda è un po’ calata ma si raggiungono ancora picchi di prezzi molto elevati,  anche se poi sono molte le quantità trattate a prezzi più modesti.

Il latte intero ha raggiunto lo 0,47 €/kg, sembra solo però per poche cisterne. Anche la panna nazionale di qualità ha raggiunto livelli di 6 centesimi sopra il bollettino. Lo scremato trattato ancora ai livelli della settimana scorsa .

– Il bollettino del burro di Kempten è aumentato di 5 centesimi/kg sul minimo oggi 3,55 resta invariato il massimo a 3,75 €/kg. Quello olandese aumenta di 4 centesimi portandosi quindi a 3,47 €/kg. Resta invariato a 3,55 €/kg. il bollettino francese.

La media di questi tre Stati Membri è questa settimana di € 3,556/kg.

Sul mercato invece sono un po’ diminuite le ambizioni di crescita di settimana scorsa.  Se gli aumenti che ci sono stati in queste ultime settimane erano dovuti al netto rialzo dei prezzi della crema, è parere di molti operatori che a causa dei grossi stock ancora esistenti i prezzi non potranno salire di molto da qui a fine dicembre.

–  Un prodotto invece che è in buonissima luce è il latte in polvere sia intero che scremato, che è aumentato nei tre principali bollettini che prendiamo in considerazione.

Anche sul mercato le richieste di prezzo continuano ad aumentare un po’ a causa delle domande per il 2020 da parte dei compratori e un po’ per le speranze che i tempi di “vacche magrissime” siano finiti.

– Il siero in polvere al contrario delle aspettative è diminuito sia sul bollettino francese che su quello olandese.

Resta invece stabile sul bollettino tedesco.

Segue la consueta tabella dei prezzi settimanali.

Week 38 Week 37 Week 36 Week 35
BURRO (D) 3,55 – 3,75 3,50 – 3,75 3,50 – 3,65 3,50 – 3,65
BURRO (F) 3,55 3,55 3,55 3,55
BURRO (NL) 3,47 3,43 3,40 3,39
SMP USO ALIMENTARE (D) 2170 – 2270 2140 – 2220 2080 – 2200 2050 – 2170
SMP USO ALIMENTARE (F) 2160 2130 2100 2100
SMP USO ALIMENTARE (NL) 2210 2180 2150 2110
SMP USO ZOOTECNICO (D) 1990 – 2070 1970 – 2020 1940 – 1970 1920 –

1940

SMP USO ZOOTECNICO (NL) 2060 2020 1970 1960
WMP (D) 2930 – 3040 2900 – 3010 2820 – 2930 2800 – 290
WMP (F) 2900 2870 2870 2800
WMP (NL) 2900 2860 2810 2780
SIERO IN POLVERE USO ALIMENTARE (D) 770-870 770-870 770-870 750-850
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (D) 580-610 580-610 580-610 580-610
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (F) 600 625 610 640
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (NL) 580 590 590 600

 

Paola Masci e Lorenzo Petrilli

ASSOCASEARI