IL MERCATO LATTIERO-CASEARIO Settimana 12-18 Marzo 2022

Sale ancora la tensione sui mercati, con le produzioni dei principali Paesi produttori ancora sotto i livelli dell’anno scorso e con ulteriori aumenti dei prezzi in tutta la UE

– Sul mercato europeo, latte crudo intero trattato a 0,52 €/kg, scremato tedesco a 0,30-0,31 €/kg partenza, con grande domanda ma poca disponibilità. Sul mercato nazionale, discreta domanda di latte che viene trattato a 0,47-0,48 €/kg partenza e anche poco di più l’intero, e a 0,30 €/kg partenza lo scremato. La raccolta sembra essersi stabilizzata in anticipo quest’anno, ma i titoli restano ancora alti per il periodo.

– Sul mercato UE, crema di latte ancora in aumento, trattata a 3,30-3,32 €/kg consegnata, buona domanda e scarsa disponibilità. La crema nazionale di qualità tra martedì e mercoledì è esplosa e viene scambiata a 3,20-3,25 €/kg; la disponibilità è in linea con la richiesta.

– Il bollettino del burro a Kempten aumenta di € 0,20 il minimo, che si porta a 6,25 €/kg, e di € 0,35 il massimo, oggi 6,55, €/kg, media tedesca 6,40 €/kg. In aumento di € 0,47 l’Olanda che si porta a 6,62 €/kg. La Francia, come spesso accade, si distingue e cala di € 0,025 portandosi a 6,430 €/kg. La media a tre di questa settimana è 6,483 €/kg, quella a due 6,51 €/kg. A Milano la quotazione del burro di centrifuga continua ad aumentare anche questa settimana e aggiungendo € 0,15 va a 6,15 €/kg.
Da notare che i prezzi di mercato del Burro di centrifuga si attestano sopra i massimi di Germania e Olanda, ma sappiamo che i Bollettini si adeguano con la loro velocità.

– Sale sempre di più il latte in polvere sia intero che scremato, i cui bollettini aumentano in tutti e tre i Paesi che teniamo in considerazione. Resta invariato solo l’intero in Francia.

– Questa settimana le quotazioni del siero, sia per l’uso alimentare che zootecnico, segnano freccette verdi al rialzo in tutti e tre i Paesi che teniamo in considerazione

– Le quotazioni nazionali dei formaggi sono aumentate per il Parmigiano Reggiano a Milano, Mantova e Reggio Emilia, il Grana Padano a Milano, Cremona, Verona e Mantova, il Pecorino Romano a Milano, il Provolone Valpadana e il Monte Veronese DOP a Verona.
Quotazioni medie europee in calo di € 0,01 per il Cheddar che va a 3,68 €/kg e l’Edamer a 4,26 €/kg, aumentano invece il Gouda che si porta a 4,13 €/kg e l’Emmentaler a 5,04 €/kg. I bollettini restano ancora inferiori alle quotazioni reali.

NB: I prezzi pubblicati devono essere considerati solo indicativi di una tendenza di mercato, in quanto miscellanea non solo di prezzi effettivi di vendita, ma anche di prezzi di offerte e/o richieste rilevate sul mercato.

Dopo la consueta tabella dei prezzi settimanali, segue approfondimento sull’import/export statunitense.

Import/export Stati Uniti gennaio 2022

Le esportazioni statunitensi hanno aperto il 2022 con andamenti differenti. L’export di formaggio è positivo, +17% genn.’22/genn.’21, con un forte aumento delle spedizioni verso il principale mercato, Messico, in crescita del 74% rispetto a gennaio 2021. L’export di SMP è diminuito del 6% genn.’22/genn.’21, infatti la crescita delle spedizioni verso le Filippine (mercato n. 2 degli USA) non ha compensato le perdite registrate in Messico e Vietnam (rispettivamente mercati n. 1 e 3). Il forte aumento dell’export di burro e butteroil è dovuto ai piccoli volumi spediti nel gennaio 2021.
L’aumento del 67% genn.’22/genn.’21 delle importazioni di burro indica che la domanda di prodotto europeo continua ad essere forte, infatti rappresenta il 71% del burro totale importato. Anche l’aumento della caseina importata, +40% genn.’22/genn.’21, riflette i maggiori volumi provenienti dalla UE.

Emanuela Denti & Lorenzo Petrilli
ASSOCASEARI