IL MERCATO LATTIERO-CASEARIO SETTIMANA 21-27 MARZO 2020

IL MERCATO LATTIERO-CASEARIO DI QUESTA SETTIMANA

– I mercati, centesimo più centesimo meno, si stanno abbastanza uniformando. La Germania offre il latte crudo a circa 0,33 €/kg reso Italia, il latte scremato a 0,205 €/kg e la panna a 1,64-1,65 €/kg.
Se deduciamo i prezzi del trasporto, sono prezzi molto simili a quelli nazionali, con il crudo trattato il più delle volte a 0,28-0,29 €/kg consegnato e per fortuna sembra non ci siano più compravendite a 0,24-0,25 €/kg. Sembra che la situazione stia tornando in equilibrio e che tutto il latte prodotto sia allocato. La panna nazionale di qualità viene trattata tra 1,58 e 1,60 €/kg consegnata.

– Tranne Kempten rimasto invariato, minimo 3,40 e massimo 3,60 €/kg, dopo uno scontro tra i produttori che chiedevano un rialzo e gli altri operatori che chiedevano un ribasso, il bollettino del burro olandese è calato di € 0,11 portandosi a 3,30 €/kg e quello francese è calato di € 0,07, portandosi a 3,27 €/kg. La media di questi tre bollettini oggi è 3,357 €/kg.
Il mercato sta tirando molto con richieste di burro impacchettato da parte della Gdo talmente elevate da mettere in difficoltà gli impianti di produzione. Ciononostante si sta trattando burro di siero a 3,10 €/kg e quello di panna di centrifuga congelato offerto a 3,20-3,25 €/kg; i prezzi sono intesi consegnato Nord Italia. Quanto potrà durare questa situazione? In Germania, ci sono i presupposti per uno scontro abbastanza duro tra la Gdo e i fornitori che non vogliono più accettare prezzi così bassi.

– I bollettini del latte in polvere hanno tutti una freccia rossa verso il basso. Ribassi in Germania di 80 €/Tons per l’intero e di addirittura 130 €/Tons per lo scremato per uso alimentare. Non sono molto diversi i ribassi in Olanda e in Francia.
Sui mercati internazionali inizia ad esserci un po’ di richiesta, con la Cina che non solo ha scaricato tutte le navi che attendevano nei porti ma addirittura ha cominciato a fare nuovi ordini. Al momento, non ancora nel latte in polvere dove hanno molti contratti ancora in corso, la domanda è ripartita abbastanza per mascarpone e gelati. Sul mercato comunitario continuano ad esservi offerte intorno a 2.200 €/Tons reso Nord Italia.

– Anche sul siero in polvere, tranne l’Olanda che ha tenuto i prezzi invariati, la Germania e la Francia hanno la freccia rossa verso il basso.

– Quotazioni medie dei bollettini europei dei formaggi in calo per l’Emmentaler a 4,82 €/kg e il Gouda a 3,27 €/kg, invariate per il Cheddar a 3,05 €/kg e l’Edamer a 3,26 €/kg.
In Italia, chiuse molte Borse Merci del Nord Italia a causa dell’emergenza Covid-19, tranne Novara che ha lasciato i prezzi invariati e Mantova che registra un calo di € 0,10 su due voci del Grana Padano.

Dopo la consueta tabella dei prezzi settimanale, segue approfondimento sulla produzione di latte di alcuni principali esportatori e sull’import dell’Arabia Saudita e della Russia.

    Week 13   Week 12   Week 11   Week 10
BURRO (D)   3,40 – 3,60   3,40 – 3,60   3,40 – 3,60   3,40 – 3,60
BURRO (F)   3,27   3,34   3,42   3,50
BURRO (NL)   3,30   3,41   3,41   3,45
SMP USO ALIMENTARE (D)   2170 – 2320   2300 – 2400   2380 – 2480   2480 – 2560
SMP USO ALIMENTARE (F)   2270   2460   2510   2600
SMP USO ALIMENTARE (NL)   2130   2230   2370   2460
SMP USO ZOOTECNICO (D)   1980 – 2050   2080 – 2150   2180 – 2250   2280 – 2380
SMP USO ZOOTECNICO (NL)   1950   2050   2250   2330
WMP (D)   2820 – 2920   2900 – 2960   2900 – 2960   2980 – 3040
WMP (F)   2970   2990   2950   2950
WMP (NL)   2750   2960   2960   3000
SIERO IN POLVERE USO ALIMENTARE (D)   840-890   850-900   870-910   870-920
         
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (D)   600-640   630-650   690-710   720-740
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (F)   660   720   730   780
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (NL)   660   660   710   740

Produzione di latte di alcuni principali esportatori
La raccolta di latte negli Stati Uniti è aumentata del 5,3% febbr.’20/febbr.’19 e del 3,1% genn-febbr’20/genn-febbr’19. Secondo l’USDA, la produzione di latte adattata per l’anno bisestile è aumentata dell’1,7% su base annua.
La produzione di latte neozelandese è rimasta stabile a febbraio ed è calata dello 0,4% per la stagione fino ad oggi. Relativamente alla materia solida, la raccolta di latte è aumentata dell’1,7% febbr.’20/febbr.’19 e dello 0,7% per la stagione fino ad oggi.
Rispetto ai volumi piuttosto bassi di febbraio 2019, la raccolta di latte in Uruguay è aumentata del 9,3% febbr.’20/febbr.’19 e del 4,1% genn-febbr’20/genn-febbr’19.

Import Arabia Saudita
Le importazioni di formaggio a dicembre sono aumentate del 26% rispetto al dicembre 2018 e nel 2019 hanno registrato una crescita dell’1,8% sul 2018, con oltre 175.000 Tons, delle quali il 59% di origine UE. Il WMP ha continuato ad aumentare a dicembre, portando il 2019 a un +53% con 105.000 Tons importate. Il burro, invece, è diminuito sia a dicembre che nel 2019. Il SMP ha ha registrato diminuzioni importanti tutti i singoli mesi a partire da maggio (-98,5% dic.’19/dic.’18), portando il 2019 a -67% rispetto al 2018; le principali origini dell’SMP sono state UE (47%) e Nuova Zelanda (40%).

Import Russia
Le importazioni russe a gennaio sono aumentate per quanto riguarda il formaggio (+7%), il burro (+19%) e il siero di latte (+10%). Per quanto riguarda il burro, sono calate le spedizioni dalla Bielorussia (-38% genn.’20/genn.’19) ma sono aumentate quelle dalla Nuova Zelanda. Sono calate, invece, le importazioni di SMP e di WMP di oltre il 50% su base annua, riflettendo principalmente la diminuzione delle spedizioni dalla Bielorussia.

Emanuela Denti e Lorenzo Petrilli

ASSOCASEARI

Author ASSOCASEARI

More posts by ASSOCASEARI

Leave a Reply