MERCATO LATTIERO-CASEARIO: ANALISI DI ASSOCASEARI – SETTIMANA 16-21 DICEMBRE 2018

MERCATO LATTIERO-CASEARIO: ANALISI DI ASSOCASEARI – SETTIMANA 16-21 DICEMBRE 2018

– Settimana prenatalizia relativamente calma su alcuni prodotti, meno su altri. Per quel che riguarda i prodotti liquidi, la crema estera è offerta a 1,78 €/kg circa ma si sentono contratti anche a prezzi inferiori. Il latte crudo offerto a 0,32 €/kg ma con contratti anche inferiori a 0,30 €/kg. Lo scremato offerto a 0,12 €/kg ma chiuso intorno a 0,10 €/kg. Per quanto riguarda tutti i prodotti liquidi provenienti dell’estero, essendo i giorni lavorativi molto pochi, ci sono grossi problemi nel trovare i trasporti.

Sul mercato nazionale, dove il problema del trasporto non si pone, si sta trattando a prezzi ben superiori a quelli esteri. Contratti per il latte crudo intorno a 0,40 €/kg e per la panna nazionale di qualità i prezzi vanno dai 2,00 ai 2,10 €/kg.

– Tre bollettini esteri del burro e tre andamenti differenti. Il bollettino tedesco sul prezzo minimo ha recuperato i € 0,20 che aveva perso la settimana scorsa e da 4,10 €/kg torna a 4,30 €/kg; massimo invariato ormai da più settimane a 4,60 €/kg. Il bollettino olandese invece è rimasto invariato a 4,14 €/kg, e il bollettino francese, infine, da 4,40 €/kg è passato a 4,275 con un calo di ben € 0,125. La media dei tre bollettini considerati è 4,288 €/kg.

Sul libero mercato, offerte decisamente al rialzo; sembra che siano molti i commercianti che hanno venduto allo scoperto e che ora devono cominciare a eseguire i contratti e quindi a cercare la merce sul mercato. Che stiano di nuovo cominciando a speculare…?

Dobbiamo però ricordarci anche il problema siccità che ha portato all’ abbattimento di molti capi di bestiame in Germania, Francia e Olanda, oltre al fatto per cui secondo alcuni analisti con Febbraio i tedeschi dovrebbero finire le scorte di mangimi.

Si prospetta a parere di molti un primo quadrimestre con una raccolta di latte tutt’altro che da record.

Latte in polvere in aumento su tutti e tre i bollettini, su quello tedesco e olandese in aumento anche l’intero che invece è rimasto invariato in Francia.

Dopo il successo dell’asta della settimana scorsa, ben 60.000 Tons circa aggiudicate al prezzo record di 1.451 €/Tons, vi sono ora molte aspettative per la prima delle due aste di gennaio che sarà l’8. Sarà disponibile tutto il quantitativo rimanente, cioè poco più di 100.000 Tons.

Sul libero mercato settimana molto tranquilla se non che qualche venditore sta cercando di aumentare i prezzi.

– Bollettini del siero in polvere invariati in Germania e Olanda, in aumento quello francese. In calo in Germania le quotazioni per il siero per uso alimentare.

– Quotazioni medie dei bollettini europei dei formaggi stabili per il Cheddar a 3,14 €/kg, in calo per il Gouda a 3,17 €/kg, l’Edamer a 3,13 €/kg e l’Emmentaler a 4,33 €/kg.

In Italia, continua l’aumento delle quotazioni del Parmigiano Reggiano e del Grana Padano nei principali bollettini del Nord Italia. In rialzo anche il Taleggio a Milano.

Week 50 Week 49 Week 48 Week 47
BURRO (D) 4,30 – 4,60 4,10 – 4,60 4,30 – 4,60 4,30 – 4,60
BURRO (F) 4,275 4,40 4,50 4,50
BURRO (NL) 4,14 4,14 4,16 4,18
SMP USO ALIMENTARE (D) 1730 – 1830 1680 – 1770 1630 – 1720 1610 – 1700
SMP USO ALIMENTARE (F) 1740 1700 1630 1630
SMP USO ALIMENTARE (NL) 1730 1700 1660 1620
SMP USO ZOOTECNICO (D) 1500 – 1550 1450 – 1500 1400 – 1450 1360 – 1380
SMP USO ZOOTECNICO (NL) 1510 1480 1480 1430
WMP (D) 2670 – 2770 2650 – 2750 2650 – 2750 2700 – 2780
WMP (F) 2700 2700 2800 2800
WMP (NL) 2730 2700 2670 2650
SIERO IN POLVERE USO ALIMENTARE (D) 890 900 910 900
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (D) 770 770 770 760
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (F) 790 770 770 770
SIERO IN POLVERE USO ZOOTECNICO (NL) 780 780 770 770

 

Import Cina

La Cina non sta pubblicando dati commerciali dal marzo 2018, quindi da aprile vengono calcolati a partire dalle cifre combinate dei principali esportatori verso la Cina. Di conseguenza, i numeri devono essere considerati con cautela. Inoltre, si noti che l’aumento delle importazioni 2018 è dovuto principalmente al mese di gennaio quando sono state eccezionalmente forti.

Dopo due mesi calmi, in ottobre le importazioni cinesi di WMP sono aumentate considerevolmente, +14,3% su ottobre 2017. Anche le importazioni di SMP sono tornate ad aumentare a settembre e nei primi 10 mesi dell’anno sono cresciute dell’11% rispetto allo stesso periodo 2017. La UE sta aumentando la propria quota di mercato in Cina, in ottobre infatti ha esportato il  186% in più rispetto all’ottobre 2017.

Anche le importazioni di formaggio stanno recuperando da settembre, ma per i primi 10 mesi dell’anno risultano ancora negative, -4,1% rispetto allo stesso periodo del 2017. La Cina importa dalla UE il 20% del formaggio. Le importazioni di siero di latte sono in difficoltà a causa dell’aumento delle tariffe sul prodotto statunitense, ma a ottobre sono rimaste invariate rispetto a quelle dello stesso mese 2017 poiché molto siero è stato acquistato dalla UE.

Notevoli anche le importazioni di crema, sia in brick che congelata, prevalentemente dalla UE

Vi auguriamo Buone Feste e un felice e sereno anno nuovo. Ci rileggerete venerdì 11 gennaio 2019.

Emanuela Denti e Lorenzo Petrilli

ASSOCASEARI